Home Page

Mi presento... Immagini Dance & Remix World Links TV via SAT e SKY

 

 

Marcello Veneziani di "Libero" associa la delinquenza

ai gay e alle donne che vivono il dramma dell'aborto

 

 

di Andrea G-brasc

 

 

Libero8 Agosto 2006: su LIBERO News appare il seguente articolo del noto editorialista Marcello Veneziani.

"Gay, immigrati e delinquenti Caro Prodi, quando aiuti me?

I delinquenti escono, i clandestini entrano, i loro parenti pure. Indulto, sanatoria, cittadinanza facile, ricongiungimento dei familiari. Gli italiani comuni e a norma di legge, pagano il conto. È il bilancio del primo trimestre di centro-sinistra, alla pausa vacanze dopo sette voti di fiducia. L'Italia riprende a girare, dice Prodi; se si riferisce ai testicoli dei suoi abitanti ha pienamente ragione. Non so se ha commissionato a Nomisma uno studio scientifico per peggiorare la vita degli italiani, ma ci sta riuscendo con una rapidità impressionante. Se hai commesso un reato, se sei entrato in Italia clandestinamente, se sei extracomunitario, se sei zingaro, se sei gay, se sei tossico, se vuoi forzare la legge naturale e penale, allora sei specie protetta. Se vuoi abortire ti va bene, la legge e la simpatia sono dalla parte tua; per le nascite, invece, sono favorite solo quelle illegali: se nasci abusivamente in Italia, sei premiato con la cittadinanza ad honorem, automatica. Infatti, basta nascere sul territorio italiano per acquisire la piena cittadinanza italiana, anche se sei figlio di esquimesi clandestini o solo di passaggio. Se paghi le tasse e sei in regola, invece, sarai sorvegliato speciale. Da questo quadro cosa se ne deduce? Che il nemico ideologico del governo Prodi è il quartetto tipico di padre-madre-figlio-figlia. La famiglia tipo è la bestia da annientare, con l'aggravante se il padre è farmacista, avvocato, notaio, tassista, panettiere, commerciante o professionista con partita Iva (...)"

 

Devo dire che dopo l'inevitabile indignazione provata ad una prima lettura, successivamente, con calma e ad una analisi più approfondita, mi è stato possibile ricavare dall'articolo sopra riportato alcuni spunti persino interessanti.

Preciso subito che non voglio entrare nel merito del calderone all'interno del quale si è allegramente scagliato un numero imprecisato di temi, concetti e fatti sulla reciproca attinenza dei quali in molti avrebbero da ridire (un po' alla maniera del caro vecchio detto: "Piove, Governo ladro!").

Non voglio neppure entrare nel giudizio di normative o provvedimenti in tema di problematiche quali droga, illegalità, immigrazione e via degradando.

Entro, anzi, mi precipito tuttavia nel merito della "curiosa" associazione di idee (o, se preferite, parallelismo) tra quelle che possono essere considerate piaghe sociali e il fatto, ad esempio, di essere GAY. Personalmente, ho avuto la netta sensazione che il Signor Veneziani cerchi quantomeno di arrampicarsi sugli specchi, quando cerca di scuotere l'opinione pubblica circa il PERICOLO derivante dal voler garantire diritti a chi - per il parallelismo di cui sopra - deve essere considerato al pari di chi potenzialmente potrebbe rappresentare un pericolo per la Società.

Forse si è lasciato sfuggire questo paragone, a mio avviso assai infelice (e più avanti parleremo anche di quello, terribile, riferito all'aborto), per rafforzare o difendere le sue (pur legittime) opinioni con argomenti che ha ritenuto di efficace valenza emotiva, ma che con gli altri temi menzionati non ha nulla a che spartire!Marcello Veneziani

Ma a questo proposito, vorrei citare un passaggio di un'intervista di qualche tempo fa fatta al Signor Veneziani dalla rivista "Pride":

- "Se ipoteticamente suo figlio le confidasse di essere omosessuale, e si presentasse a casa con il proprio compagno comunicandole la volontà di convivere, come reagirebbe?"

La risposta del Signor Veneziani è stata puntualmente:

- "Non ne sarei contento, ovviamente. Cercherei di DISSUADERLI (!!!), di riflettere attentamente."

Interessante. Forse tutto si spiega. Altro che utilizzo di temi non attinenti, ma pregni di valenza emotiva! Ciò dimostra che da tempo il Signor Veneziani è talmente impegnato nel controllare la rotazione vorticosa del proprio apparato riproduttivo (attività legittimamente attribuibile ai molti Italiani citati nel proprio articolo, ma da molto tempo prima dell'attuale Governo Prodi) dal trascurare di impegnare uguale energia nell'utilizzo di quel minimo insindacabile di buon senso (oltre che di sensibilità e di logica) richiesto prima di accingersi ad utilizzare la propria penna o tastiera del proprio PC (qualcuno suggerirebbe, in modo più sintetico: “prima di azionare la lingua, metti in moto il cervello).

Non che ce ne sia stretta necessità, ad ogni modo terrei a ricordare che, come si può facilmente apprendere da qualunque saggio autorevole (qualora non si vivesse in prima persona una condizione di omosessualità), essere GAY non è frutto di scelta. Esattamente come il NON essere GAY. Ed anche quando, per assurdo, lo fosse (una SCELTA, intendo), non mi risulta né che la LIBERTA' vivere in totale equilibrio la propria condizione di omosessualità possa minacciare la LIBERTA' del prossimo né tanto meno che la volontà di riconoscere dei diritti fondamentali a chi è omosessuale possa ledere i diritti o la LIBERTA' della famiglia eterosessuale.

Diverso è per chi invece decide, sceglie di commettere atti che possono rappresentare un pericolo per la Società e, ovviamente, i diritti e la LIBERTA' dei suoi componenti.

Ritengo che l'ostinato bersagliare chi è gay con "uscite" di pessimo gusto (ne è un fulgido esempio l'articolo sopra riportato) o anche la volontà di impedire che a chi è gay vengano riconosciuti i diritti fondamentali di qualunque persona, non farà certo sì che chi vive questa condizione smetta di essere omosessuale. E - di contro - il voler garantire finalmente tali diritti non farà certo sì che chi è eterosessuale "decida" improvvisamente di passare "all'altra sponda" (se DAVVERO è eterosessuale, e non per mere questioni di facciata).

Ed ora passiamo all’altro becero parallelismo, dove l’articolo del Signor Veneziani recita: “Se vuoi abortire ti va bene...” A questo proposito prendo a prestito le parole scritte da un’amica con la quale mi capita di collaborare nelle serate Omogenic (vedi apposita sezione), Alessia Kay: mi sembravano di adeguata immediatezza ed efficacia.Alessia Kay

“Questi "signori" hanno la pretesa di ergersi a giudici di qualcosa di cui evidentemente non sanno né capiscono nulla: lontani anni luce dal mostrare una minima parvenza di sensibilità umana oltre che culturale, aprono bocca e danno fiato!

Abortisci e ti va bene... Ma cosa ne sanno dell'immenso dolore che una scelta del genere anche se motivata comporti indelebilmente nel cuore e nell'anima di una donna che rinuncia alla sua maternità??!! Della lacerante ferita che le donne da quel momento in poi si portano dentro per tutta la vita??!!

Quali che siano i motivi di tale (sempre dolorosissima) scelta, nessuno ha il diritto, così come per quanto riguarda l'omosessualità e qualsiasi altra manifestazione dell'unicità dell'essere umano che non leda la LIBERTA', la SALUTE e la DIGNITA' altrui, di scagliare pietre a vanvera nascondendosi dietro ad un perbenismo o ad una religiosità spesso solo ipocriti!!

Generalizzazione, approssimazione, ignoranza, egoismo, egocentrismo: questi sono i mali di un secolo che fatica ad accostarsi anche solo minimamente al termine "evoluto" tanto blasonato da "illustri personaggi" che purtroppo infliggono scudisciate pubbliche e trovano consensi, ahinoi, ancora in un  numeroso seguito di proseliti dotati di sontuosi paraocchi!

Finirà mai la caccia alle streghe?!?!”

 

E per concludere, il Signor Veneziani è editorialista di una testata che si chiama LIBERO, pertanto, in tutta umiltà, credo che prima di rilasciare certe dichiarazioni, dovrebbe avere la responsabilità e l'onestà intellettuale di soffermarsi un po' più a lungo sul significato più nobile rappresentato dalla parola LIBERTA'.

A meno che per libertà non si intenda il "sentirsi liberi" di offendere pesantemente a titolo gratuito qualche centinaio di migliaia di persone...

 

 


 

TORNA AD "ATTUALITA' E RIFLESSIONI"

 

 

 

 

Se desiderate leggere altre notizie o commenti su quanto accade nella nostra Società che al momento risultino davvero liberi e privi di condizionamenti politici o religiosi, potete collegarvi direttamente al già citato sito/blog di Beppe Grillo.

Se invece preferite semplicemente ascoltare una voce ugualmente libera da qualsivoglia influenza religiosa o di comodo, è possibile sintonizzarsi su Radio Radicale, che in questo senso sta svolgendo da sempre un'informazione molto completa, includendo gli interventi in diretta anche di ascoltatori aventi opposti punti di vista sugli argomenti più disparati, il tutto SENZA CENSURE. Approfitto anche per ricordarne le frequenze di ricezione in modulazione di frequenza. Le frequenze dei capoluoghi di regione sono evidenziate:

 

ROMA e provincia: FM 88.600

Roma Centro/Prati anche FM 102.400.

Più avanti altre località del Lazio

Milano: FM 87.850

Milano, Pavia, Lodi e province: FM 96.800

Provincia di LO: FM 101.850

Pavia e dintorni: FM 95.000

Varese: FM 96.700

Provincia di Varese: FM 96.800, 104.800

Como e dintorni: FM 93.500

Provincia di CO: FM 96.800

Lecco e dintorni: FM 100.100

Provincia di LC: FM 96.800

Sondrio e parte provincia: FM 90.000

Provincia di SO: FM 93.550

Bergamo: FM 89.550, 96.700

Provincia di BG: FM 96.700, 96.800, 104.500, 105.000

Cremona: FM 102.100, 101.850

Provincia di CR: FM 87.800, 96.800

Brescia: FM 102.300, 105.350

Provincia di BS: FM 104.200, 104.500, 104.600, 105.200, 105.300, 107.900

Mantova e dintorni: FM 98.600

Mantova e provincia: FM 105.200

Torino e provincia: FM 102.800 e 104.450

Provincia di TO: FM 101.400 e 94.900

Biella, Vercelli, Novara e province: FM 94.900

Provincia di NO: FM 96.800

Verbania e Stresa: FM 104.800

Alessandria e provincia: FM 95.000

Asti e parte provincia: FM 91.000

Cuneo e provincia: FM 95.200, 102.750

Aosta e dintorni: FM 106.100

Provincia di AO: FM 101.400, 102.000

Trento e provincia: FM 101.400 e 103.350

Provincia di TN: FM 96.600

Bolzano: FM 94.100

Provincia di BZ: FM 98.200, 99.500

Venezia, Padova, Treviso, Vicenza, Rovigo, Belluno e province: FM 104.700

Vicenza, Padova e province, parte prov. VE e TV: FM 105.500

Verona città: FM 91.200

Verona e provincia: FM 105.200

Provincia di BL: FM 102.750, 104.600, 104.900, 105.000, 105.500

Trieste: FM 91.000

Trieste e Friuli Venezia Giulia (intera regione): FM 105.500

Gorizia: FM 101.000

Udine e parte provincia: FM 91.000

Provincia di UD (Tarvisio): FM 105.200

Bologna e provincia: FM 92.000, 92.800 e 100.000.

Provincia di BO: FM 105.800, 97.100

Modena e parte provincia: FM 97.100

Provincia di MO: FM 91.400

Reggio Emilia e parte provincia: FM 91.400

Provincia di RE: FM 91.600

Parma: FM 89.900

Provincia di PR: FM 87.800, 91.400, 91.500

Piacenza e provincia: FM 101.850

Provincia di PC: FM 87.800

Ravenna: FM 105.850

Provincia di RA: FM 103.950, 105.800

Forlì e provincia: FM 103.950

Rimini e provincia: FM 103.850

Ferrara: FM 88.400, 102.850

Genova e parte provincia: FM 95.400 e 102.700

Provincia di GE: FM 98.500, 98.700, 107.700

La Spezia e dintorni: FM 104.900

Savona: FM 102.800

Savona e provincia: FM 95.400

Provincia di SV: FM 102.700

Imperia e dintorni: FM 89.000

Provincia di IM: FM 92.400, 105.700, 106.500

Firenze e provincia: FM 89.900 e 97.000

Provincia di Firenze: FM 98.650

Prato, Pistoia e province: FM 90.000, 98.650

Provincia di PT: FM 107.500

Lucca, Pisa e province: FM 104.900, 107.500

Carrara e Massa: FM 104.900

Provincia di MS: FM 97.700

Livorno e provincia: FM 104.900

Siena: FM 102.000, 104.900

Provincia di SI: FM 105.050

Arezzo e parte provincia: FM 104.900

Provincia di AR: FM 97.000, 105.050, 105.200

Perugia: FM 105.200

Perugia e provincia: FM 105.400

Provincia di PG: FM 105.050, 104.900

Terni e parte provincia: FM 92.100

Provincia di TR, Orvieto: FM 105.050

Ancona e parte provincia: FM 93.300

Provincia di AN: FM 105.500, 105.750

Pesaro: FM 93.300

Urbino: FM 91.700

Macerata e provincia: FM 105.500, 105.750

Ascoli Piceno e provincia: FM 100.400, 106.000

Provincia di Roma: FM 88.400, 97.200, 100.200, 103.900, 107.700

Viterbo, Latina e Rieti e province: FM 107.700

Provincia di RI: 105.050, 107.100, 107.300, 107.500

Provincia di VT: FM 88.100, 88.800, 105.050

Frosinone e provincia: FM 104.900

Provincia di FR: FM 103.900, 89.100, 98.100, 105.700, 107.600

Provincia di LT: FM 101.700, 104.700, 107.800

L'Aquila: FM 101.500

Provincia di AQ: FM 93.700, 101.200, 101.300, 107.700

Teramo e parte prov.: FM 90.300

Provincia di TE: FM 97.600 e 100.300

Pescara e parte provincia: FM 100.800

Chieti, Pescara e province: FM 100.300

Provincia di CH: FM 94.800, 104.800

Campobasso e parte provincia: FM 92.700

Provincia di CB: FM 94.800, 100.050, 100.300

Isernia e provincia: FM 94.800

Napoli, Caserta e province: FM 107.800, 101.600 e 101.800

Caserta e dintorni: FM 97.500

Salerno: FM 87.900

Provincia di SA: FM 87.800, 88.000, 90.100, 107.100, 107.300, 107.800, 107.900

Avellino e provincia: FM 107.900

Benevento e provincia: FM 89.500

Provincia di BN: FM 107.900

Bari: FM 89.350

Provincia di BA: FM 87.700, 88.500, 89.600, 91.300, 99.900, 100.050

Foggia e provincia: FM 100.050

Brindisi: FM 101.500

Provincia di BR: 87.700, 89.600

Lecce e dintorni: FM 88.300

Provincia di LE: FM 89.600, 104.800

Taranto e provincia: FM 87.500, 89.400, 89.600

Potenza: FM 92.450 e 102.900

Provincia di PZ: FM 100.050, 107.100, 107.300

Matera e provincia: FM 88.500, 91.300, 107.250

Provincia di MT: 87.500, 89.600

Catanzaro: FM 101.000

Provincia di CZ: FM 97.800, 101.000, 103.700, 107.300

Cosenza e parte provincia: FM 104.500

Provincia di CS: FM 103.700, 107.300 (x costa Tirrenica)

Crotone e provincia: FM 92.900

Vibo Valentia e provincia: FM 101.000, 107.300

Provincia di VV: 88.500

Reggio Calabria e parte provincia: FM 96.100

Provincia di RC: FM 88.500, 90.700

Palermo e provincia: FM 92.000

Provincia di PA: FM 103.000

Messina e parte provincia: FM 96.100

Provincia di ME: FM 90.700

Catania e provincia: 90.700

Provincia di CT: FM 102.000

Siracusa: FM 90.700

Provincia di SR: FM 102.000

Ragusa e provincia: FM 102.000

Enna e provincia: FM 97.200

Caltanissetta e provincia: FM 102.000

Agrigento e dintorni: FM 103.700

Provincia di AG (Lampedusa): FM 107.400

Trapani e parte provincia: FM 103.300

Provincia di TP: FM 103.000, 99.700

Cagliari: FM 102.300

Cagliari e provincia: FM 107.000

Sassari: FM 106.500

Provincia di SS: FM 104.300

Oristano e provincia: FM 104.800

Nuoro e provincia: FM 104.300

Provincia di NU: FM 104.800, 107.000

 

 

 Per ricevere il segnale via Satellite (EUTELSAT), questi sono i parametri:

Satellite: Hotbird 13 est

Frequenza: 12111 MHz

Polarizzazione: Verticale

Symbol Rate: 27500

FEC: 3/4

Service ID (SID): 761

Pid Audio: 72

 

 

TORNA AD "ATTUALITA' E RIFLESSIONI"

 

 

Info e contatti: info@gamberini.net

 

 

Home Page

Mi presento... Immagini Dance & Remix World Links TV via SAT e SKY