Home Page

Mi presento... Immagini Dance & Remix World Links TV via SAT e SKY

 

 

SVEGLIA! E' L'ORA DEI DIRITTI!

 

 

testo e foto di Andrea G-brasc

(cliccare sulle immagini per averne un ingrandimento)

 

 

SVEGLIA! E' L'ORA DEI DIRITTI!La folla ha invaso tutta la piazza, le vie adiacenti ed anche Campo de' Fiori10 Marzo 2007: GRANDIOSA la manifestazione a Roma in Piazza Farnese per i diritti delle coppie di fatto!

Si è conclusa in serata la manifestazione di Piazza Farnese che ha visto migliaia e migliaia di partecipanti. Secondo gli organizzatori (che, credo, non temono smentite) sono intervenute all'incirca 80000 persone, secondo la Prefettura circa 30000. E secondo Ruini 12, come hanno simpaticamente ironizzato Dario Vergassola e Serena Dandini, pure intervenuti sul palco!  Numerosissimi cartelloni e slogan di vario genere, ma tutti in modo unanime a rivendicare i diritti di base per le coppie di fatto o anche a sottolineare l'ipocrisia e la disonestà intellettuale (e non solo) della nostra classe politica (spiccava tra gli altri un cartellone che recitava: Cartellone contro Giulio Andreotti"Andreotti contro i gay? Per dindirindina... Lui baciava in bocca Totò Riina!").Serena Dandini

A differenza dell'altra grande manifestazione di Gennaio 2006, oltre a personaggi dello spettacolo, stavolta erano presenti anche un gran numero di esponenti del Governo, ad iniziare dall'On Barbara Pollastrini, Ministro delle Pari Opportunità e ideatrice del Disegno di Legge sui diritti e doveri per le coppie di fatto, assieme all'On. Rosy Bindi, anche se quest'ultima non ha ritenuto opportuno intervenire alla manifestazione.

Tutto è iniziato poco dopo le 16, è davvero arduo fare un racconto dettagliato sulle decine di interventi che si sono susseguiti sul palcoscenico, tuttavia vorrei omaggiare quelli che in qualche modo mi hanno colpito maggiormente. Ottima la conduzione di Delia Vaccarello, Ed inizio proprio da quello dell'On. Pollastrini, che sottolinea il significato di una legge come i DICO: avere l'ambizione di costruire un Paese più unito, più civile e capace di investire sulle persone, perché riconoscere loro diritti e doveri significa anche riconoscere la loro maturità e la loro capacità di essere responsabili. Onorevoli sul palco, durante il discorso di Barbara Pollastrini I DICO sono una base di partenza, saggia ed equilibrata voluta dalla gran parte del Governo che può e deve anche essere migliorata dal Parlamento.

Cartellone contro Clemente MastellaNon sono mancati i momenti di aspra polemica, con tanto di urla e sonori fischi, contro gli oppositori più strenui di disegni di legge come quello sui DICO, in particolare nei confronti dell'On. Mastella (soprattutto alla luce di quanto è successo recentemente alla trasmissione "Anno Zero" di Michele Santoro), ad es. quando ha parlato Alessandro Zan, presidente di Arcigay Padova, che si è rivolto alla stesso Mastella dicendogli di smetterla con la contestazione dei DICO con la scusa che sono considerabili "Matrimoni di Serie B", perché continuare con quest'idea significa sancire che esistono ed esisteranno sempre CITTADINI di Serie B. Inoltre ha aggiunto che la Laicità dello Stato non è un valore di parte, ma di tutti, perché ci consente di vivere liberamente e senza condizionamenti religiosi.

E, proprio nei riguardi della Laicità della Stato messa in continuo pericolo, l'On. Grillini ha ricordato che in fatto di diritti di chi vive in una coppia di fatto siamo tuttora gli ultimi in Europa e che bisogna accelerare per far sì che l'Italia entri in Europa anche per i diritti oltre che per la moneta.

Delia Vaccarello con Don Franco BerberoMa uno dei momenti più toccanti ed intensi, che ha commosso molti di noi, e coronato da un coro unanime di "BRAVO! BRAVO!" è stato raggiunto durante l'intervento di Don Franco Barbero (scomunicato sotto il pontificato di Giovanni Paolo II per aver unito in rito religioso persone delle stesso sesso), che ha evidenziato l'atteggiamento di un Chiesa capace solo di giudicare e vietare, completamente cieca e sorda di fronte ai bisogni, al valore ed i vincoli nati dell'amore reciproco di un numero così grande di persone ("Dove c'è amore non c'è peccato")... Il tutto ponendo l'accento sull'ipocrisia della stessa Chiesa ("Vescovi e Cardinali che vanno in giro come fossero Faraoni..!") Adele Parrillo, la "Vedova di Nassirya"che giudica senza sapere o, peggio, nasconde grazie al suo potere gli innumerevoli casi di omosessuali repressi ed incattiviti che la compongono. Insomma, si è detto felice di aver partecipato ad una manifestazione ''che non e' contro la fede, ma contro i poteri ecclesiastici che opprimono''.

Non di minor rilevo le considerazioni, pregne di un velo di amara ironia, di colei che ormai è nota ai più come "La Vedova di Nassirya": Adele Parrillo ("i PACS che sono diventati i DICO, poi DIREI, poi DICEVO..."). Le diamo idealmente un abbraccio, affinché la sua battaglia continui senza sosta e possa portare al più presto beneficio a tutti.

Imma Battaglia, presidente di Di'Gay ProjectE alle 18 è stata pure un'emozione molto forte quella di sentir suonare in contemporanea migliaia di trilli di cellulari, fischietti, sveglie e quant'altro potesse emettere un suono abbastanza forte dallo svegliare dal torpore chi deve riconoscere nient'altro che diritti di base non opponibili a terzi per far emergere dal totale vuoto legislativo le relazioni di coppia di fatto.

Insomma, un bella manifestazione Ospiti sul palco e presentatori che non si è rivelata né contro il Governo, né contro le famiglie, come qualcuno vorrebbe far credere e come ricordato giustamente d numerose altre persone, Marina Sereni (capogruppo dell'Ulivo alla Camera), Vladimir Luxuria, Imma Battaglia, è davvero difficile elencare in così poco spazio gli interventi di tutti.

Oltretutto, va precisato che, al contrario di quella del 10 Marzo, che ripetiamo non si è svolta né contro il Governo né contro la Famiglia, l'altra manifestazione di imminente organizzazione denominata il "Family Day" è chiaramente CONTRO i diritti per le coppie di fatto... Andrea G-brasc con Marco PannellaEd oltretutto a tutt'oggi NESSUNO è ancora stato in grado di spiegare chiaramente in quale strano modo il fatto di allargare dei diritti, come nel caso del D.D.L. dei DICO, possa nuocere all'istituto della Famiglia...

Tornando invece alla data del 10 Marzo, non possiamo non ringraziare per la loro presenza e le loro parole i Ministri Barbara Pollastini, Paolo Ferrero e Alfonso Pecoraro Scanio; i sottosegretari Chiara Acciarini, Paolo Cento e Luigi Manconi; inoltre Franco Giordano, Marco Rizzo, Titti De Simone, Vladimir Luxuria, Franco Grillini ed Enrico Boselli. Andrea G-brasc con Titti De SimoneEd anche l'esponente della CDL, Benedetto Della Vedova (di Forza Italia), che ha testimoniato la sua solidarietà al mondo GLBT, a riprova del fatto che qualcuno per fortuna si rende conto che dei diritti elementari non si possono associare ad un colore politico. E tra i presenti, c'era anche uno dei padri della lotte per i diritti dei cittadini: Marco Pannella!

Infine, altri grandi ringraziamenti vanno a Radio Deegay e a Roberto Brandolini, Andrea G-brasc con Roberto Brandolini che si è occupato di trasmettere in diretta via web tutto ciò che è successo durante la giornata (con tanto di interviste e commenti dalla viva voce di chi è intervenuto), stesso discorso ovviamente per tutte le TV, le Radio ed i giornalisti presenti, inoltre grazie a Fabrizio Marrazzo, presidente del comitato provinciale Arcigay di Roma, e a tutte la associazioni che hanno dato il loro prezioso contributo per la perfetta riuscita della manifestazione.

E, per concludere, sento di dover aggiungere una sola cosa. Il riconoscimento di leggi come i DICO o i PACS rappresentano una crescita in fatto di civiltà e saranno un arricchimento per TUTTI. Ed anche qualora servissero (come qualcuno vorrebbe far credere) solo al mondo omosessuale, ebbene anche in questo caso non sarebbero una minaccia per le Famiglie di stampo tradizionale. A meno che qualcuno non abbia intenzione di coprirsi ulteriormente di ridicolo sostenendo che, grazie all'approvazione dei DICO per la comunità GLBT, tutti i cittadini potrebbero considerare l'idea di "passare all'altra sponda", tanto per usare un linguaggio di sicura comprensibilità per quei vecchi tromboni arroccati sulle loro incrollabili posizioni tese ad osteggiare questi sacrosanti diritti (anche perché sino ad oggi il loro mancato riconoscimento non è che abbia impedito il fatto che gli omosessuali esistano!)...

 

 

 

 

 

 

TORNA AD "ATTUALITA' E RIFLESSIONI"

 

 

 

 

Se desiderate leggere altre notizie o commenti su quanto accade nella nostra Società che al momento risultino davvero liberi e privi di condizionamenti politici o religiosi, potete collegarvi direttamente al già citato sito/blog di Beppe Grillo.

Se invece preferite semplicemente ascoltare una voce ugualmente libera da qualsivoglia influenza religiosa o di comodo, è possibile sintonizzarsi su Radio Radicale, che in questo senso sta svolgendo da sempre un'informazione molto completa, includendo gli interventi in diretta anche di ascoltatori aventi opposti punti di vista sugli argomenti più disparati, il tutto SENZA CENSURE. Approfitto anche per ricordarne le frequenze di ricezione in modulazione di frequenza. Le frequenze dei capoluoghi di regione sono evidenziate:

 

ROMA e provincia: FM 88.600

Roma Centro/Prati anche FM 102.400.

Più avanti altre località del Lazio

Milano: FM 87.850

Milano, Pavia, Lodi e province: FM 96.800

Provincia di LO: FM 101.850

Pavia e dintorni: FM 95.000

Varese: FM 96.700

Provincia di Varese: FM 96.800, 104.800

Como e dintorni: FM 93.500

Provincia di CO: FM 96.800

Lecco e dintorni: FM 100.100

Provincia di LC: FM 96.800

Sondrio e parte provincia: FM 90.000

Provincia di SO: FM 90.300, 93.550, 105.800

Bergamo: FM 89.550, 96.700

Provincia di BG: FM 96.700, 96.800, 104.500, 105.000

Cremona: FM 102.100, 101.850

Provincia di CR: FM 87.800, 96.800

Brescia: FM 102.300, 105.350

Provincia di BS: FM 104.200, 104.500, 104.600, 105.200, 105.300, 107.900

Mantova e dintorni: FM 98.600

Mantova e provincia: FM 105.200

Torino e provincia: FM 102.800 e 104.450

Provincia di TO: FM 101.400 e 94.900

Biella, Vercelli, Novara e province: FM 94.900

Provincia di NO: FM 96.800

Verbania e Stresa: FM 104.800

Alessandria e provincia: FM 95.000

Asti e parte provincia: FM 91.000

Cuneo e provincia: FM 95.200, 102.750

Aosta e dintorni: FM 106.100

Provincia di AO: FM 101.400, 102.000

Trento e provincia: FM 101.400 e 103.350

Provincia di TN: FM 96.600

Bolzano: FM 94.100

Provincia di BZ: FM 98.200, 99.500

Venezia, Padova, Treviso, Vicenza, Rovigo, Belluno e province: FM 104.700

Vicenza, Padova e province, parte prov. VE e TV: FM 105.500

Rovigo città: 105.500

Verona città: FM 91.200

Verona e provincia: FM 105.200

Provincia di BL: FM 102.750, 104.600, 104.900, 105.000, 105.500

Trieste: FM 91.000

Trieste e Friuli Venezia Giulia (intera regione): FM 105.500

Gorizia: FM 101.000

Udine e parte provincia: FM 91.000

Provincia di UD: FM 104.200, 105.200

Bologna e provincia: FM 92.000, 92.800 e 100.000.

Provincia di BO: FM 105.800, 97.100

Modena e parte provincia: FM 97.100

Provincia di MO: FM 91.400

Reggio Emilia e parte provincia: FM 91.400

Provincia di RE: FM 91.600

Parma: FM 89.900

Provincia di PR: FM 87.800, 91.400, 91.500

Piacenza e provincia: FM 101.850

Provincia di PC: FM 87.800

Ravenna: FM 105.850

Provincia di RA: FM 103.950, 105.800

Forlì e provincia: FM 103.950

Rimini e provincia: FM 103.850

Ferrara: FM 88.400, 102.850

Genova e parte provincia: FM 95.400 e 102.700

Provincia di GE: FM 98.500, 98.700, 107.700

La Spezia e dintorni: FM 104.900

Savona: FM 102.800

Savona e provincia: FM 95.400

Provincia di SV: FM 102.700

Imperia e dintorni: FM 89.000

Provincia di IM: FM 92.400, 105.700, 106.500

Firenze e provincia: FM 89.900 e 97.000

Provincia di Firenze: FM 98.650, 105.000

Prato, Pistoia e province: FM 90.000, 98.650

Provincia di PT: FM 107.500

Lucca, Pisa e province: FM 104.900, 107.500

Carrara e Massa: FM 104.900, 107.500

Provincia di MS: FM 97.700, 107.500

Livorno e provincia: FM 104.900

Provincia di LI: 96.000

Siena: FM 102.000, 104.900

Provincia di SI: FM 105.050

Arezzo e parte provincia: FM 104.900

Provincia di AR: FM 97.000, 105.050, 105.200

Perugia: FM 105.200

Perugia e provincia: FM 105.400

Provincia di PG: FM 87.600, 105.050, 104.900

Terni e parte provincia: FM 92.100

Provincia di TR, Orvieto: FM 105.050

Ancona e parte provincia: FM 93.300

Provincia di AN: FM 105.500, 105.750

Pesaro: FM 93.300

Urbino: FM 91.700

Macerata e provincia: FM 105.500, 105.750

Ascoli Piceno e provincia: FM 100.400, 106.000

Provincia di Roma: FM 88.400, 97.200, 100.200, 103.900, 107.700

Viterbo, Latina e Rieti e province: FM 107.700

Provincia di RI: 105.050, 107.100, 107.300, 107.500

Provincia di VT: FM 88.100, 88.800, 105.050

Frosinone e provincia: FM 104.900

Provincia di FR: FM 103.900, 89.100, 98.100, 105.700, 107.600

Provincia di LT: FM 101.700, 104.700, 107.800

L'Aquila: FM 101.500

Provincia di AQ: FM 93.700, 101.200, 101.300, 107.700

Teramo e parte prov.: FM 90.300

Provincia di TE: FM 97.600 e 100.300

Pescara e parte provincia: FM 100.800

Chieti, Pescara e province: FM 100.300

Provincia di CH: FM 94.800, 104.800

Campobasso e parte provincia: FM 92.700

Provincia di CB: FM 94.800, 100.050, 100.300

Isernia e provincia: FM 94.800

Napoli, Caserta e province: FM 107.800, 101.600 e 101.800

Caserta e dintorni: FM 97.500

Salerno: FM 87.900

Provincia di SA: FM 87.800, 88.000, 90.100, 107.100, 107.300, 107.800, 107.900

Avellino e provincia: FM 107.900

Benevento e provincia: FM 89.500

Provincia di BN: FM 107.900

Bari: FM 89.350

Provincia di BA: FM 87.700, 88.500, 89.600, 91.300, 99.900, 100.050

Foggia e provincia: FM 100.050

Brindisi: FM 101.500

Provincia di BR: 87.700, 89.600

Lecce e dintorni: FM 88.300

Provincia di LE: FM 89.600, 104.800

Taranto e provincia: FM 87.500, 89.400, 89.600

Potenza: FM 92.450 e 102.900

Provincia di PZ: FM 100.050, 107.100, 107.300

Matera e provincia: FM 88.500, 91.300, 107.250

Provincia di MT: 87.500, 89.600

Catanzaro: FM 101.000

Provincia di CZ: FM 97.800, 101.000, 103.700, 107.300

Cosenza e parte provincia: FM 104.500

Provincia di CS: FM 103.700, 107.300 (x costa Tirrenica)

Crotone e provincia: FM 92.900

Vibo Valentia e provincia: FM 101.000, 107.300

Provincia di VV: 88.500

Reggio Calabria e parte provincia: FM 96.100

Provincia di RC: FM 88.500, 90.700

Palermo e provincia: FM 92.000

Provincia di PA: FM 103.000

Messina e parte provincia: FM 96.100

Provincia di ME: FM 90.700

Catania e provincia: 90.700

Provincia di CT: FM 102.000

Siracusa: FM 90.700

Provincia di SR: FM 102.000

Ragusa e provincia: FM 102.000

Enna e provincia: FM 97.200

Caltanissetta e provincia: FM 102.000

Agrigento e dintorni: FM 103.700

Provincia di AG (Lampedusa): FM 107.400

Trapani e parte provincia: FM 103.300

Provincia di TP: FM 103.000, 99.700

Cagliari: FM 102.300

Cagliari e provincia: FM 107.000

Sassari: FM 106.500

Provincia di SS: FM 104.300

Oristano e provincia: FM 104.800

Nuoro e provincia: FM 104.300

Provincia di NU: FM 104.800, 107.000

 

 

 Per ricevere il segnale via Satellite (EUTELSAT), questi sono i parametri:

Satellite: Hotbird 13 est

Frequenza: 12111 MHz

Polarizzazione: Verticale

Symbol Rate: 27500

FEC: 3/4

Service ID (SID): 761

Pid Audio: 72

 

 

TORNA AD "ATTUALITA' E RIFLESSIONI"

 

 

Info e contatti: info@gamberini.net

 

 

Home Page

Mi presento... Immagini Dance & Remix World Links TV via SAT e SKY